TROFEO GIORGIO TASSARA 2019

di Luca Massimino

Novembre. La stagione venatoria in pieno svolgimento. La ricerca del fagiano smaliziato e il fascino delle beccacce nei boschi oppure i beccaccini nelle marcite o nelle risaie. Invece noi ci ritroviamo per verificare Bracchi e Spinoni al cospetto di selvaggina stanziale per la quattordicesima edizione del Trofeo Giorgio Tassara. Mentre quelli che nel calcio chiamano top player sono in Serbia o in Croazia per le prove su starne noi insistiamo nel perseguire lo scopo di selezionare Bracchi e Spinoni per la caccia. La base su cui riversare le indicazioni appunto dei top player. Lo scorso anno il Trofeo Tassara era servito, almeno per gli Spinoni, a rifinire la squadra che poi avrebbe trionfato nella Coppa Italia a Piandispino ma era settembre. La prova a selvatico abbattuto, cancellato dalla Coppa Italia, ha perso ulteriore interesse e solo noi , irriducibili, perseveriamo. Il Gruppo Cinofilo Viterbese ha così aperto le danze con due prove a Montorio in ottobre . La Delegazione Lazio prosegue il percorso con il Trofeo Tassara e poi a dicembre con il XXXI Trofeo Angelo Massimino. Location collaudata quella dell’Azienda Faunistica Venatoria “Gallicella” nei pressi di Acquapendente. Possiamo ben dire di essere stati fortunati perché abbiamo usufruito di una tregua del maltempo e così due batterie giudicate da Bianconi e Massimino per un totale di 16 soggetti, hanno approfittato di terreni e selvaggina veramente idonei per la tipologia della prova. Nella mia batteria ha vinto il bracco Polcevera’s Cupido di Leonardo Antonielli con la qualifica di Eccellente. Soggetto esperto, sicuro sul selvatico, tipico e con ottimo riporto. Eccellente anche per Maxeo del Buonvento di Pierallini. Altro bracco con azione discreta ed autore di un ottimo punto su un selvatico pedinatore. Al terzo Molto Buono Baldo ,ancora un Bracco italiano, di Antonielli con prestazione di livello inferiore ma sempre con riporto sollecito. Un terzetto di Bracchi mentre nella prova giovani ha prevalso con la qualifica di Molto Buono Billo di Marchetti condotto da Renzi. Bianconi invece ha l’esatto contrario. Tre spinoni a formare il podio. Vince con l’Eccellente  Gas di Tagliani seguito con il Molto Buono da Nibbio e Ferentum  Acab, entrambi di Piacentini. Il rilievo tecnico ha confermato il buon livello dei soggetti giudicati ma altresì  ha evidenziato problemi nel riporto con alcuni soggetti non entrati in classifica nonostante prestazioni di rilievo. Sulla base dei risultati il, Trofeo è andato a Polcevera’s Cupido che succede a Denise della Becca vincitrice della passata edizione. Un doveroso ringraziamento ai concorrenti, alcuni arrivati da lontano come Moioli e Tagliani, agli esperti/giudici ed al concessionario dell’Azienda, sig. Zeno Buzzico che riserva allo svolgimento della prova un’intera giornata. Grazie di cuore allo sponsor tecnico mister Mix.

TROFEO GIORGIO TASSARA 2019